Scopri

Arancini di riso

Gli arancini sono una specialità siciliana a base di riso, tipicamente ripieni di ragù, piselli e mozzarella. Queste palline di riso vengono impanate e poi fritte fino a ottenere una croccante doratura. Sono un piatto delizioso e versatile che può essere farcito con vari ingredienti, offrendo un’esplosione di sapori avvolta da un guscio croccante e saporito. Perfetti come antipasto, snack o piatto unico, gli arancini sono un’esperienza culinaria unica. 

Difficoltà: medium

Preparazione: 60'

Cottura: 40'

Difficoltà: medium

Preparazione: 60'

Cottura: 40'

Difficoltà: medium

Preparazione: 60'

Cottura: 40'

Difficoltà: medium

Preparazione: 60'

Cottura: 40'

Preparazioni di base

Ragù alla bolognese
Brodo vegetale

Preparazione

  1. 01 / Preparate il risotto

    In una pentola, fate sciogliere il burro e soffriggete la cipolla fino a che non diventa trasparente. 

    Aggiungete il riso e tostatelo per un paio di minuti. 

    Aggiungete un mestolo di brodo caldo alla volta, mescolando, finché il riso non sarà cotto. 

    Verso la fine, aggiungete lo zafferano sciolto in poco brodo e il Parmigiano grattugiato. 

    Stendete il risotto su una teglia e lasciatelo raffreddare. 

  2. 02 / Preparate il ragù

    In una casseruola, fate rosolare la cipolla con poco olio. 

    Aggiungete le carni macinate e fartele rosolare uniformemente. 

    Sfumate con il vino rosso e aggiungete i pomodori pelati, salando e pepando a piacere. 

    Lasciate cuocere a fuoco lento per almeno 30 minuti. 

    Aggiungete i piselli negli ultimi 10 minuti. 

  3. 03 / Assemblate gli arancini

    Tenete a disposizione una ciotola d’acqua per bagnarvi le mani prima di manipolare ogni porzione di riso. 

    Prelevate una porzione di risotto e appiattitelo sul palmo della mano formando una piccola conca, aggiungete un po’ di ragù, mozzarella e prosciutto. 

    Con un altro po’ di risotto chiudete il vostro arancino, compattandolo con le mani fino a dargli la caratteristica forma a cono o, se preferite, a pallina. 

  4. 04 / Impanate gli arancini

    Quando avrete formato tutti gli arancini potrete preparare la pastella. 

    Mettete in una ciotola le uova e la farina, con l’aggiunta di un po’ d’acqua, poi mescolate bene utilizzando una frusta finché non ottenete un composto liscio ed omogeneo. 

    Ora potete tuffare gli arancini nella pastella, uno per volta, e poi passarli nel pangrattato facendo attenzione a non lasciare punti scoperti. 

  5. 05 / Friggete gli arancini

    Scaldare l’olio di semi a 170°C. 

    Friggere gli arancini pochi per volta fino a doratura uniforme. 

    Scolare su carta assorbente e servire caldi. 

Abbinamento del vino

Un bianco aromatico di medio corpo, come un Grillo o un Insolia siciliani, si sposa bene con il sapore ricco degli arancini.

Preparazioni di base

Ragù alla bolognese
Brodo vegetale

Si consiglia di preparare il riso e il ragù in anticipo per ridurre il tempo di preparazione il giorno successivo.

Non cuocete troppo il riso; deve mantenere una consistenza al dente. 

Assicuratevi che l’olio per la frittura sia alla giusta temperatura per evitare che gli arancini si impregnino di olio o si brucino. 

Gli arancini già cotti possono essere conservati in frigorifero per 2-3 giorni. Posizionali in un contenitore ermetico per mantenere la freschezza e prevenire l’assorbimento di odori dal frigorifero. Per riscaldarli, è possibile metterli in forno a 180°C per circa 10-15 minuti fino a quando non saranno nuovamente caldi e croccanti all’esterno. 

Il risotto non utilizzato per gli arancini può essere conservato in frigorifero per 1-2 giorni in un contenitore ermetico. Per riutilizzarlo, aggiungi un po’ di brodo o acqua durante il riscaldamento per riportarlo a una consistenza cremosa. 

Questi ingredienti, se avanzano, possono essere conservati separatamente in contenitori ermetici in frigorifero per 3-4 giorni. Il ragù può anche essere congelato per un massimo di 3 mesi. 

Gli arancini possono anche essere congelati prima della frittura. Dopo la panatura, disponili su un vassoio senza che si tocchino e congelali fino a che non saranno ben solidi. Una volta induriti, trasferiscili in sacchetti per il congelamento e conservali nel freezer per un massimo di 2 mesi. Quando sei pronto per friggerli, puoi cuocerli direttamente da congelati, aggiustando i tempi di cottura fino a che non sono dorati e caldi all’interno.

Gli arancini possono essere farciti con vari ingredienti come ragù, piselli, prosciutto e mozzarella.

Ingredienti per 10 Arancini

Per il risotto 

500 g di riso Arborio o Carnaroli 

1,2 litri di brodo di carne o vegetale 

50 g di burro 

1 cipolla, tritata 

1 bustina di zafferano 

100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato 

Sale e pepe q.b. 

Per il ragù 

200 g di carne macinata di manzo 

200 g di carne macinata di maiale 

1 cipolla, tritata 

400 g di pomodori pelati 

50 ml di vino rosso 

Sale e pepe q.b. 

Per il ripieno 

150 g di mozzarella, tagliata a cubetti  

100 g di piselli lessati 

50 g di prosciutto cotto, a dadini 

Per la panatura 

4 uova 

Farina q.b. 

Pangrattato q.b. 

Olio di semi per friggere 

Abbinamento del vino

Un bianco aromatico di medio corpo, come un Grillo o un Insolia siciliani, si sposa bene con il sapore ricco degli arancini.

Potrebbe piacerti anche

Pane carasau

Il pane carasau è un pane tradizionale sardo, conosciuto anche come “carta da musica” per la sua croccantezza. Questo pane sottile e croccante, cotto in forno, viene servito come accompagnamento per molti piatti della tradizione sarda o arricchito con olio d’oliva e sale per un antipasto gustoso. 

Cheesecake salata con taralli e lamponi
Sfere di capesante, gamberi e caviale
Ostrica con gelatina di prosecco
Tortino salato con caciocavallo, pomodori secchi, capperi e pesto
Pizza fatta in casa
Pane carasau

Il pane carasau è un pane tradizionale sardo, conosciuto anche come “carta da musica” per la sua croccantezza. Questo pane sottile e croccante, cotto in forno, viene servito come accompagnamento per molti piatti della tradizione sarda o arricchito con olio d’oliva e sale per un antipasto gustoso. 

Cheesecake salata con taralli e lamponi
Sfere di capesante, gamberi e caviale
Ostrica con gelatina di prosecco
Tortino salato con caciocavallo, pomodori secchi, capperi e pesto
Pizza fatta in casa
Aggiungi ai preferiti
Copyright © 2024 Cuciniamo S.r.l. - P.iva e Cod. Fisc. 11653660966 Tutti i diritti riservati. Privacy policy | Cookie policy | Personalizza