Scopri

Baccalà mantecato con crostoni di polenta

Chef Danilo Angè

Difficoltà: easy

Preparazione: 20'

Cottura: 60'

Difficoltà: easy

Preparazione: 20'

Cottura: 60'

Chef Danilo Angè

Difficoltà: easy

Preparazione: 20'

Cottura: 60'

Difficoltà: easy

Preparazione: 20'

Cottura: 60'

Preparazioni di base

Brodo vegetale

Preparazione

  1. 01 / Preparate la polenta

    Mettete sul fuoco una pentola con 1 litro di acqua e portatela a bollore

    Salate l’acqua quando bolle e abbassate la fiamma, deve sobbollire

    Aggiungete la farina di mais e mescolate energicamente con una frusta

    Fate cuocere per circa 1 ora a fiamma bassa, girandola ogni tanto con un cucchiaio di legno

    La polenta è cotta quando vedrete che si stacca dai bordi della pentola, formando una crosticina

    Versate la polenta in una pirofila

    Lasciate raffreddare la polenta

  2. 02 / Preparate l’olio alle acciughe

    Versate l’olio extravergine d’oliva in una casseruola

    Unite l’aglio

    Unite le acciughe scolate dall’olio di conservazione

    Cuocete a fuoco basso mescolando fino a quando le acciughe si sciolgono

    Eliminate l’aglio

  3. 03 / Cuocete il baccalà

    Mettete il brodo vegetale, filtrato dalle verdure, in una pentola

    Lavate le patate e immergetele nel brodo

    Mettete sul fuoco e fate cuocere per 30 minuti

    Mettete nella stessa pentola il baccalà

    Continuate la cottura per 15 minuti

  4. 04 / Preparate Il baccalà mantecato

    Togliete le patate, verificando che siano morbide

    Pelatele, tagliatele grossolanamente e mettetele in una ciotola

    Scolate il pesce e mettetelo su una teglia

    Private il pesce della pelle e delle lische

    Aggiungete il pesce nella ciotola con le patate

    Aggiungete l’olio alle acciughe a filo mescolando energicamente con una frusta

    Quando il composto inizia ad amalgamarsi continuate a girare con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere una crema

    Assaggiate ed eventualmente regolate la sapidità aggiungendo sale e pepe

  5. 05 / Cuocete la polenta

    Tagliate la polenta raffreddata a fette

    Mettetela a cuocere sulla griglia, o in una padella, ben calda

  6. 06 / Impiattate

    Tritate il prezzemolo

    Disponete le fette di polenta nei piatti di portata

    Adagiate il baccalà sulle fette di polenta

    Spolverizzate con il prezzemolo tritato

Abbinamento del vino

Potete accompagnare il baccalà mantecato con i crostoni di polenta con un vino bianco fermo molto equilibrato, morbido e di buona consistenza, quali il Tocai veneto oppure il Verdicchio di Jesi.

Preparazioni di base

Brodo vegetale

Potete preparare la polenta con largo anticipo, anche un paio di giorni prima; versatela in una pirofila, conservatela in frigorifero e grigliatela all’ultimo momento.

Portatevi avanti anche con la preparazione del brodo vegetale, che potrete utilizzare anche se lo avete precedentemente congelato.

Fate attenzione: utilizzate il baccalà ben dissalato, rischiereste di avere un risultato molto sgradevole.

Anche se il pesce è stato ben dissalato, non aggiungete sale se non alla fine della preparazione, soprattutto in questa ricetta nella quale ci sono anche le acciughe.

Fate attenzione a cuocere l’olio alle acciughe a fiamma molto dolce: le acciughe si devono solo sciogliere e l’aglio non deve bruciare.

Potete conservare il baccalà mantecato in frigorifero per il giorno dopo.

Potete anche utilizzarlo per fare delle gustose polpettine:

formate delle palline di piccole dimensioni, circa 3 cm di diametro; infarinatele leggermente, passatele nell’uovo sbattuto e poi nel pane grattugiato. Friggetele in olio di semi di arachide o girasole a 165°C fino a quando diventano dorate. Saranno perfette come antipasto o per un aperitivo.

Se vi avanza della polenta potete conservarla anche per 2 o 3 giorni, coperta in frigorifero. Durante la stagione fredda potrete riutilizzarla anche per accompagnare un brasato di manzo.

Vi consigliamo di acquistare del baccalà già dissalato, molto più comodo. Se non lo trovate, potete procedere così:

Lavate delicatamente il baccalà dallo strato più esterno di sale sotto l’acqua corrente per un paio di minuti. Trasferitelo in una ciotola capiente con acqua fredda e riponetelo in frigorifero per circa 36 ore, cambiando l’acqua ogni 8 ore. Capirete che il pesce è dissalato quando, assaggiando l’acqua, risulterà quasi priva di sale.

Ingredienti per 4 persone

Per il baccalà

400 g di baccalà dissalato

300 g di patate

3 lt di brodo vegetale

1 spicchio d’aglio

30 g di acciughe sott’olio

20 g di prezzemolo

100 ml di olio extra vergine d’oliva

sale e pepe

Per la polenta

200 g di farina di mais

1 lt di acqua

10 g di sale

Abbinamento del vino

Potete accompagnare il baccalà mantecato con i crostoni di polenta con un vino bianco fermo molto equilibrato, morbido e di buona consistenza, quali il Tocai veneto oppure il Verdicchio di Jesi.

Potrebbe piacerti anche

Cotoletta alla Milanese

La cotoletta alla milanese è un classico secondo piatto lombardo, caratterizzato da una succosa fetta di vitello impanata e fritta nel burro. La carne rimane tenera all’interno, mentre l’esterno è dorato e croccante, rendendo questa cotoletta un’icona della cucina milanese. 

Bistecca alla Fiorentina

La bistecca alla Fiorentina è un classico secondo piatto toscano. Questo taglio di carne di alta qualità, solitamente un T-bone o una bistecca con osso, viene grigliato a fuoco vivo e servito al sangue con una crosta dorata e croccante. La carne viene tradizionalmente insaporita solo con sale, pepe e un filo d’olio extravergine d’oliva. 

Pane carasau

Il pane carasau è un pane tradizionale sardo, conosciuto anche come “carta da musica” per la sua croccantezza. Questo pane sottile e croccante, cotto in forno, viene servito come accompagnamento per molti piatti della tradizione sarda o arricchito con olio d’oliva e sale per un antipasto gustoso. 

Arancini di riso

Gli arancini sono una specialità siciliana a base di riso, tipicamente ripieni di ragù, piselli e mozzarella. Queste palline di riso vengono impanate e poi fritte fino a ottenere una croccante doratura. Sono un piatto delizioso e versatile che può essere farcito con vari ingredienti, offrendo un’esplosione di sapori avvolta da un guscio croccante e saporito. Perfetti come antipasto, snack o piatto unico, gli arancini sono un’esperienza culinaria unica. 

Cheesecake salata con taralli e lamponi
Sfere di capesante, gamberi e caviale
Cotoletta alla Milanese

La cotoletta alla milanese è un classico secondo piatto lombardo, caratterizzato da una succosa fetta di vitello impanata e fritta nel burro. La carne rimane tenera all’interno, mentre l’esterno è dorato e croccante, rendendo questa cotoletta un’icona della cucina milanese. 

Bistecca alla Fiorentina

La bistecca alla Fiorentina è un classico secondo piatto toscano. Questo taglio di carne di alta qualità, solitamente un T-bone o una bistecca con osso, viene grigliato a fuoco vivo e servito al sangue con una crosta dorata e croccante. La carne viene tradizionalmente insaporita solo con sale, pepe e un filo d’olio extravergine d’oliva. 

Pane carasau

Il pane carasau è un pane tradizionale sardo, conosciuto anche come “carta da musica” per la sua croccantezza. Questo pane sottile e croccante, cotto in forno, viene servito come accompagnamento per molti piatti della tradizione sarda o arricchito con olio d’oliva e sale per un antipasto gustoso. 

Arancini di riso

Gli arancini sono una specialità siciliana a base di riso, tipicamente ripieni di ragù, piselli e mozzarella. Queste palline di riso vengono impanate e poi fritte fino a ottenere una croccante doratura. Sono un piatto delizioso e versatile che può essere farcito con vari ingredienti, offrendo un’esplosione di sapori avvolta da un guscio croccante e saporito. Perfetti come antipasto, snack o piatto unico, gli arancini sono un’esperienza culinaria unica. 

Cheesecake salata con taralli e lamponi
Sfere di capesante, gamberi e caviale
Aggiungi ai preferiti
Copyright © 2024 Cuciniamo S.r.l. - P.iva e Cod. Fisc. 11653660966 Tutti i diritti riservati. Privacy policy | Cookie policy | Personalizza