Scopri

Lombatina di coniglio farcita con lardo, noci e rosmarino, salsa al gin al rosmarino

Chef Maurizio Bosotti

Difficoltà: easy

Preparazione: 40'

Cottura: 30'

Difficoltà: easy

Preparazione: 40'

Cottura: 30'

Chef Maurizio Bosotti

Difficoltà: easy

Preparazione: 40'

Cottura: 30'

Difficoltà: easy

Preparazione: 40'

Cottura: 30'

Preparazione

  1. 01 / Preparate il ripieno

    Rosolate i fegatini e i rognoncini del coniglio in una padella con olio extra vergine d’oliva e burro a fiamma vivace per circa 5 minuti. Tritate il pan carrè con il lardo, gli aghi di rosmarino e le noci, fino ad ottenere una farcia morbida e omogenea.

  2. 02 / Preparate il coniglio farcito

    Se non avete manualità o tempo, fatevi disossare dal macellaio di fiducia le selle del coniglio. Distendete il lardo, tagliato sottile, su un foglio di carta da forno per agevolare l’operazione di bardatura. Appoggiate il coniglio disossato sul lardo e farcite con il ripieno, stendendolo in maniera uniforme. Unite anche i fegatini e i rognoncini rosolati e tagliati a pezzettini. Arrotolate il coniglio con il lardo, compattando bene con le mani. Legate il coniglio con lo spago da cucina.

  3. 03 / Cuocete il coniglio

    Mettete la pentola sul fuoco a fiamma moderata, aggiungete olio extra vergine d’oliva e burro e un rametto di rosmarino. Non salate la carne, il lardo all’interno del ripieno e quello usato per avvolgere il coniglio sono già sufficienti. Fate rosolare il coniglio girandolo su tutti i lati, senza bucarlo con forchette e attrezzi appuntiti per non far disperdere i succhi. Una volta che la carne è rosolata in maniera uniforme, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Tenete controllato il coniglio in cottura, in caso dovesse seccare potete coprire con un coperchio. In alternativa alla cottura in padella potete cuocere il coniglio inforno a 220°C per circa 20 minuti. Sia che scegliate la cottura in padella o quella al forno poi riposare l’arrosto di coniglio fuori dalla pentola, coperto da carta stagnola, per circa 10 minuti. Le carni così si rilassano dopo la cottura ed i succhi si distribuiscono all’interno dell’arrosto in maniera uniforme.

  4. 04 / Preparate le patate di contorno

    Tagliate le patate a cubetti di circa 2 cm e cuocetele in acqua bollente per 1 minuto. Questa operazione di “sbianchitura” permette alle patate di cuocere poi senza attaccarsi al fondo della padella e di ottenere una crosticina croccante. Scolate le patate, asciugatele e mettetele in una padella, a fiamma media, con l’olio extra vergine d’oliva, il burro, il rosmarino e uno spicchio d’aglio in camicia, non sbucciato. Fatele cuocere fino a quando saranno ben rosolate ma morbide al loro interno.

  5. 05 / Preparate la salsa per la lombatina

    Preparate la salsa con il fondo di cottura dell’arrosto, iniziando a gettare il grasso presente nella padella. Rimettete la padella sul fuoco a fiamma bassa, bagnate con il gin al rosmarino e aggiungete, se desiderate un gusto più deciso, l’estratto di carne. Emulsionate con il burro freddo e assaggiate la sapidità, aggiungendo in caso il sale e il pepe. Cuocete la salsa pochi minuti, fino a quando si rapprende un poco e non risulta troppo liquida.

  6. 06 / Ultimate la preparazione

    Tagliate l’arrosto di coniglio a fette. Verificate che la carne sia rimasta succulenta: la lombatina di coniglio è una carne piuttosto magra, adatta alle cotture veloci e deve rimanere rosata. Mettete le patate croccanti nel piatto, adagiate le fette di coniglio e completate con la salsa.

Il lardo brianzolo è particolarmente dolce e saporito, con un piacevolissimo profumo di erbe. Se non riuscite a reperirlo, usate un altro salume che abbia le medesime caratteristiche, non affumicato o con un sapore troppo intenso che coprirebbe il gusto del coniglio.

Ingredienti per 4 persone

2 selle di coniglio

150 g lardo brianzolo affettato per la farcia

150 g di lardo brianzolo affettato per ricoprire il coniglio

60 g noci sgusciate

Rosmarino

50 ml gin al rosmarino di Montevecchia

80 g fegatini e rognoncini di coniglio

2 fette di pan carré

Uno spicchio d’aglio

30 g estratto di carne (facoltativo)

50 g burro per il coniglio

50 g di burro per le patate

50 g di olio extra vergine d’oliva per il coniglio

50 g di olio extra vergine d’oliva per le patate

Sale e pepe

800 g di patate

Potrebbe piacerti anche

Polenta di grani antichi con uovo affogato, taccole e caprino di Montevecchia
Risotto con limone e rosmarino, ragù di burola
Arrotolato di tacchino farcito con salsiccia e funghi
Baccalà mantecato con crostoni di polenta
Vitello tonnato

Il vitello tonnato, servito freddo in estate e più caldo nella stagione invernale, è una delle più classiche ricette della cucina italiana, che ben si presta sia per occasioni informali che per menù più importanti.

Involtini di pesce spada con zucchine alla menta
Polenta di grani antichi con uovo affogato, taccole e caprino di Montevecchia
Risotto con limone e rosmarino, ragù di burola
Arrotolato di tacchino farcito con salsiccia e funghi
Baccalà mantecato con crostoni di polenta
Vitello tonnato

Il vitello tonnato, servito freddo in estate e più caldo nella stagione invernale, è una delle più classiche ricette della cucina italiana, che ben si presta sia per occasioni informali che per menù più importanti.

Carpaccio di tonno con insalata di finocchi, arance ed olive
Aggiungi ai preferiti
Copyright © 2024 Cuciniamo S.r.l. - P.iva e Cod. Fisc. 11653660966 Tutti i diritti riservati. Privacy policy | Cookie policy | Personalizza