Scopri

Pasta fresca all’uovo

Questa ricetta indica gli ingredienti della ricetta più classica, quella della sfoglia emiliana, con la classica proporzione di 1 uovo ogni 100 g di farina.

Chef Danilo Angè

Difficoltà: easy

Preparazione: 15'

Riposo: 60'

Difficoltà: easy

Preparazione: 15'

Riposo: 60'

Chef Danilo Angè

Difficoltà: easy

Preparazione: 15'

Riposo: 60'

Difficoltà: easy

Preparazione: 15'

Riposo: 60'

Preparazione

  1. 01 / Preparate la fontana con la farina

    Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro

    Mettete al centro le uova sgusciate

    Se volete della pasta colorata aggiungete ora il colorante

  2. 02 / Lavorate la farina

    Iniziate a lavorare con la forchetta, incorporando delicatamente la farina

    Continuate a lavorare con la forchetta fino a quando l’impasto inizia a rapprendersi

  3. 03 / Lavorate l’impasto con le mani

    Una volta rappreso l’impasto iniziate a lavorarlo con il palmo della mano

    Continuate a lavorarlo vigorosamente, tirando l’impasto in tutte le direzioni

    L’impasto è pronto quando è liscio ed omogeneo

    Copritelo con della pellicola alimentare e fatelo riposare per almeno un’ora in frigorifero

  4. 04 / Tirate le sfoglie

    Dopo che l’impasto ha riposato potete tirare le sfoglie

    Lavorate un pezzo per volta, tenendo coperto quello che non state tirando

    Passatelo tra i rulli della macchina partendo dal rullo più distanziato e poi man mano attraverso gli altri

    Prima di ogni passaggio infarinate sempre le sfoglie e piegatele su se stesse, inserendole nei rulli dal lato più corto

    Lasciatele seccare leggermente, per un paio di minuti, prima di arrotolarle se dovete poi tagliarle a tagliolini, tagliatelle , pappardelle…

    Usatele subito nel caso dobbiate fare della pasta fresca ripiena

L’impasto non deve risultare molle, ma piuttosto duro e compatto; state quindi attenti alla quantità di farina che impiegate, potrebbe servirne di più nel caso le uova che utilizzate siano grandi.

Non abbiate paura di lavorare troppo l’impasto: servono almeno 15 minuti per far sì che gli ingredienti si amalgamino bene tra di loro e la consistenza sia corretta.

Non utilizzate subito l’impasto ottenuto: la pasta ha bisogno di almeno 1 ora di riposo, in modo che gli ingredienti leghino meglio e la pasta abbia la giusta elasticità.

Non fate seccare la pasta durante la lavorazione: coprite sempre la parte di impasto che non lavorate con un panno.

Se dovete conservarla prima della stesura:

la pasta fresca si può conservare in frigo per 2 o 3 giorni, mettendola in un contenitore ermetico o sacchetto per alimenti.

Potete anche congelarla, sempre protetta in un sacchetto per alimenti

Se dovete conservare la pasta già stesa:

dopo aver tagliato la pasta nel formato che desiderate, lasciatela riposare e seccare per un paio di minuti su di un canovaccio infarinato, quindi trasferitela in frigorifero, dove si conserverà per un paio di giorni.

Potete anche congelarla; stendete la pasta che avete ottenuto – che siano tagliatelle, tagliolini o altro formato – su di un vassoio, ben distanziata, per circa 1 ora; poi trasferite in sacchetti alimentari, nelle dosi desiderate, in congelatore. Quando utilizzerete la vostra pasta buttatela in acqua bollente salata senza scongelarla.

Questa ricetta indica gli ingredienti della ricetta più classica, quella della sfoglia emiliana, con la classica proporzione di 1 uovo ogni 100 g di farina.

Le quantità possono variare secondo la capacità di assorbimento della farina e la grossezza delle uova.

Tenete sempre a disposizione un poco di farina di scorta, nel caso l’impasto dovesse risultare troppo molle: il risultato finale deve essere un impasto piuttosto duro e compatto.

La pasta fresca all’uovo è utilizzata soprattutto nel Nord Italia, e gli ingredienti possono variare leggermente secondo la regione in cui ci si trova ed i formati di pasta che si vogliono realizzare. Troverete anche delle paste fresche all’uovo contenenti farina di semola di grano duro rimacinata oltre alla farina 00, soprattutto quando si vuole ottenere un risultato più rustico. La proporzione può variare, comunque la quantità di farina 00 non deve essere inferiore a quella di semola.

Se avete un’impastatrice sarete più veloci nella realizzazione dell’impasto; finite comunque la lavorazione a mano per ottenere un risultato più omogeneo.

Anche la macchinetta sfogliatrice per la stesura vi aiuterà molto, velocizzando notevolmente i tempi.

Nel caso vogliate stendere le sfoglie a mano abbiate la cura di imprimere una forza costante al mattarello e di girare le sfoglie di 90 gradi ad ogni passata, così da avere alla fine uno spessore omogeneo.

Ingredienti per 4 persone

400 g di farina 00

4 uova

Se si vuole colorare la pasta

10 g di nero di seppia oppure

2 bustine di zafferano oppure

40 g di concentrato di pomodoro oppure

80 g di spinaci bolliti (in questo caso usare solo 2 uova)

Potrebbe piacerti anche

Lasagne verdi alla bolognese

Le lasagne verdi alla bolognese sono un piatto ricco e gustoso, particolarmente gradito a tutti!

Tagliatelle ai funghi

Le tagliatelle ai funghi sono un tipico piatto autunnale, semplice ma molto gustoso.

Ravioli di ricotta e spinaci

I ravioli di ricotta e spinaci sono una delle paste fresche ripiene all’uovo per eccellenza della tradizione italiana.

Ragù di lenticchie
Salsa di pomodoro fresco e basilico
Salsa olandese
Lasagne verdi alla bolognese

Le lasagne verdi alla bolognese sono un piatto ricco e gustoso, particolarmente gradito a tutti!

Tagliatelle ai funghi

Le tagliatelle ai funghi sono un tipico piatto autunnale, semplice ma molto gustoso.

Ravioli di ricotta e spinaci

I ravioli di ricotta e spinaci sono una delle paste fresche ripiene all’uovo per eccellenza della tradizione italiana.

Ragù di lenticchie
Salsa di pomodoro fresco e basilico
Salsa olandese
Aggiungi ai preferiti
Copyright © 2024 Cuciniamo S.r.l. - P.iva e Cod. Fisc. 11653660966 Tutti i diritti riservati. Privacy policy | Cookie policy | Personalizza