Scopri

Pasta fresca senza uova

La pasta fresca di sola farina e acqua è un’ottima alternativa per chi, per differenti motivi, preferisce non avere l’uovo nella pasta.

Chef Danilo Angè

Difficoltà: easy

Preparazione: 10'

Riposo: 60'

Difficoltà: easy

Preparazione: 10'

Riposo: 60'

Chef Danilo Angè

Difficoltà: easy

Preparazione: 10'

Riposo: 60'

Difficoltà: easy

Preparazione: 10'

Riposo: 60'

Preparazione

  1. 01 / Preparate la fontana con la farina

    p>Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro

  2. 02 / Lavorate la farina con l’acqua

    Aggiungete un poco di acqua tiepida ed iniziate a lavorare con le dita

    Andate avanti aggiungendo poca acqua per volta

    Quando inizia a formarsi l’impasto lavorate con le nocche delle dita e il palmo della mano

    Continuate a lavorare fino ad avere un impasto liscio e omogeneo

  3. 03 / Lasciate riposare la pasta prima dell’utilizzo

    Una volta che l’impasto è liscio e omogeneo copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare almeno un’ora

  4. 04 / Lavorate la pasta

    Dopo che l’impasto ha riposato potete utilizzarla preparando il formato che desiderate

L’impasto non deve risultare molle, ma piuttosto duro e compatto.

Non aggiungete subito tutta l’acqua e tenete un po’ di farina di scorta: la qualità della farina e l’umidità dell’ambiente in cui lavorate potrebbero far cambiare l’assorbimento del liquido. Fate attenzione che il risultato finale deve essere un impasto non molle, ma piuttosto duro e compatto.

Non utilizzate subito l’impasto ottenuto: la pasta ha bisogno di almeno 1 ora di riposo, in modo che gli ingredienti leghino meglio e la pasta abbia la giusta elasticità.

Se dovete conservarla prima della lavorazione:

la pasta fresca si può conservare in frigo per 2 o 3 giorni, mettendola in un contenitore ermetico o sacchetto per alimenti.

Potete anche congelarla, sempre protetta in un sacchetto per alimenti

Se dovete conservare la pasta già stesa:

dopo aver tagliato la pasta nel formato che desiderate, lasciatela riposare e seccare per un paio di minuti su di un canovaccio infarinato, quindi trasferirla in frigorifero, dove si conserverà per un paio di giorni.

Potete anche congelarla; stendete la pasta che avete ottenuto – che siano tagliatelle, tagliolini o altro formato – su di un vassoio, ben distanziata, per circa 1 ora, poi trasferite in sacchetti alimentari, nelle dosi desiderate, in congelatore. Quando utilizzerete la vostra pasta buttatela in acqua bollente salata senza scongelarla.

La pasta fresca di sola farina e acqua è un’ottima alternativa per chi, per differenti motivi, preferisce non avere l’uovo nella pasta. In Italia tradizionalmente trovate questa pasta soprattutto nel Sud, dove viene usata per esempio nelle famose orecchiette alle cime di rapa, ma anche al Nord viene utilizzata, per esempio nelle trofie liguri.

Potete utilizzare anche farina 0 oppure 00 invece della semola rimacinata di grano duro, otterrete un impasto meno rustico.

Ingredienti per 4 persone

500 g di farina di semola rimacinata di grano duro

250 g di acqua

Potrebbe piacerti anche

Ragù di lenticchie
Salsa di pomodoro fresco e basilico
Sbianchitura dei funghi
Pulizia dei carciofi
Pulizia degli asparagi
Salsa olandese
Ragù di lenticchie
Salsa di pomodoro fresco e basilico
Sbianchitura dei funghi
Pulizia dei carciofi
Pulizia degli asparagi
Salsa olandese
Aggiungi ai preferiti
Copyright © 2024 Cuciniamo S.r.l. - P.iva e Cod. Fisc. 11653660966 Tutti i diritti riservati. Privacy policy | Cookie policy | Personalizza